Recensioni

Monday, 14 May 2018 14:40

Loro 2, recensione biopic di Sorrentino con Servillo su Berlusconi: la solitudine degli uomini primi

Written by 
Rate this item
(0 votes)

E' al cinema la seconda parte della biopic di Paolo Sorrentino su Silvio Berlusconi, Loro 2 (Podcast recensione e speciale film più attesi di maggio) con Toni Servillo: ecco qui di seguito la recensione.

Era solo Geremia, L’amico di famiglia. Era solo Tony Pisapia, L’uomo in più, così come erano soli Titta di Girolamo de Le conseguenze dell’amore e il Young Pope Lenny Belardo della serie televisiva. Tutti uomini rimasti soli a fare i conti con una vita spesso più grande di loro. Una vita che si erano anche scelti, ma che alla resa dei conti appare sempre più difficile di quanto si erano immaginati.

Anche il Silvio Berlusconi di Loro è solo: un puntino indistinguibile perso nel verde dell’immensa villa in Sardegna, un particolare di un disegno forse troppo grande. E che, a un certo punto, comprende di essere tale. Loro 2 riparte da qui, da Villa Certosa, dal suo vulcano in attesa di essere acceso, dalla giostra immota e dalle feste che dovrebbero riempire il baratro della morte sempre più prossimo.

Berlusconi soffre, non capisce come abbia potuto perdere le elezioni e finire a un passo dal dimenticatoio solo per colpa di un pugno di voti – “l’equivalente di sei senatori”, gli suggerisce l’amico e sodale Ennio (Doris), interpretato dallo stesso Toni Servillo in uno dei migliori cortocircuiti del film. “Convinci sei senatori a passare dalla tua parte e alla prima fiducia fai cadere il governo. Alle elezioni anticipate ti ripresenti e vinci”. Un’ idea geniale nella sua perfida semplicità, ma soprattutto un progetto nuovo al quale aggrapparsi e col quale fuggire dalla noia e dall’apatia di una realtà scomoda dove la moglie Veronica vorrebbe che fosse una persona diversa e dove il tempo sembra scorrere sempre troppo velocemente rispetto le cose da fare. Il progetto, il nuovo disegno, gli infonde energia e il nuovo vicino di casa Sergio Morra gli procura un sacco di giovani ragazze con le quali dimenticare gli affanni che il ruolo di leader (un capo però non assoluto, che comunque ha sempre un Dio sopra di lui al quale rendere conto) gli procura necessariamente. Villa Certosa si riempie, ma è solo un’illusione momentanea perché alla fine si rimane sempre soli – pare dire Sorrentino - sia a rimirare il finto vulcano acceso, sia a piangere sui resti di quello che rimane de L’Aquila e, forse, dell’Italia intera.

Loro 2 si chiude così: una lunga carrellata sui volti attoniti e il silenzio dei tanti volontari seduti sulle macerie di un Paese a pezzi, cosi come la prima parte si apriva invece su corpi nudi grondanti di un’artificiale vitalità chimica. E’ l’Italia, o almeno è un pezzo di storia del nostro Paese, sempre diviso tra farsa e tragedia e osservato attraverso gli occhi, le debolezze e i sentimenti di uno che la storia l’ha interpretata in prima persona. Eppure, sebbene duro nel giudizio politico (e morale) delle azioni di Berlusconi, Sorrentino non abbandona mai la pietas nei confronti dell’uomo e della sua fragilità. Finendo per spiazzare chiunque si attendesse qualcosa di diverso e confermare il suo essere autore di talento, splendida voce fuori sincrono di un cinema spesso afasico.

Read 258 times Last modified on Monday, 14 May 2018 16:02

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Il primo uomo - First man, podcast recensione della biopic di Chazelle con Ryan Gosling e Claire Foy
  • Halloween (2018) podcast recensione del horror con Jamie Lee Curtis
  • Il complicato mondo di Nathalie, podcast recensione della commedia francese con Karin Viard
  • Sogno di una notte di mezza età, recensione della commedia di e con Daniel Auteil

Il primo uomo - First Man, atteso nuovo film di Damien Chazelle, basato sul libro di James R. Hansen con  ha aperto la 75°edizione del Festival di Venezia 2018 e uscirà prossimamente al cinema: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Arriverà nei cinema di tutto il mondo a fine mese, il nuovo film del franchise Halloween che vede il ritorno di Jamie Lee Curtis, protagonista dei primi due film della saga negli anni'70- '80: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

E' appena uscito nei cinema il film Il complicato mondo di Nathalie, commedia di David e Stéphane Foenkinos con Karin Viard, Dara Tombroff e Anne Dorval: Cinetvlandia l'ha vista e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Esce questa settimana nei cinema la commedia di e con Daniel Auteil, Sogno di una notte di mezza età: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More