Recensioni

Sunday, 20 November 2016 21:51

Animali notturni, recensione: una meravigliosa Amy Adams dentro e fuori dal romanzo di Austin Wright

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Uscito in questi giorni al cinema, abbiamo visto Animali notturni di Tom Ford con Amy Adams e Jake Gyllenhaal: ecco la recensione di cinetvlandia.

Tom Ford è un regista glamour con tanto stile, non solo nell'estetica ma anche nella capacità di mettere i personaggi in scena. A Single man aveva dato un primo assaggio della sua classe e Animali notturni ne conferma tutto il suo gran gusto di classe. Cresciuto nella scuderia Gucci, ha lavorato come costumista negli ultimi tre film del nuovo Jaems Bond con Daniel Craig: adesso si è lanciato come regista e i presupposti per una brillante carriera ci sono tutti. Fonte della sua nuova opera cinematografica è il romanzo di Austin Wright, intitolato Tony & Susan, che non solo è il romanzo che si racconta e viene scritto nel film ma è allo stesso tempo la vita dei due protagonisti, due brillanti e ben calati nei ruoli Jake Gyllenhaal e una superlativa Amy Adams

I toni cupi e abbastanza patinati, non come la prima pellicola però, sono il filo conduttore del nuovo lavoro che fin dall'inizio colpisce per eccentricità e forza drammatica lo spettatore. Animali notturni viaggia su due piani, quello letterario e quello narrativo cinematografico che, però, per abilità del regista stesso riescono a sovrapporsi e far vivere agli interpreti una storia drammatica e di vendetta scritta su carta. Questa sovrapposizione, molto rischiosa e segno di grande personalità da parte di Tom Ford, avviene in modo graduale e inesorabili e la magnetica Adams capisce solo dopo che quel romanzo non solo è in gran parte biografico di una storia d'amore fallita, tra lei e lo scrittore, ma ha tutto il sapore di una tremenda ed inevitabile vendetta.

Ford racconta così, con un eleganza e tatto decisamente al di sopra della media, una storia di sentimenti, di sogni infranti e di un passato che non c'è più: la violenza che il romanzo meta cinematografico esprime ricade come un macigno su Susan e condanna il personaggio di Amy Adams a subire inerme una sconfitta e un dolore silenzioso che non può condividere con nessuno. Per due ore ci si lascia catturare con grande amore per il cinema e la sapienza registica del proprio artefice che gioca con i piani narrativi, dentro e fuori il libro, regalando allo spettatore un dramma che ha rari esempi di simile fattura. Il glamour e il mondo patinato in cui vivono i due protagonisti non è semplice estetismo, ma è rappresentativo di una freddezza di sentimenti che va a braccetto con il declino di una storia d'amore che non esiste più. Un film sorprendente che non lascia spazio alla speranza.

 

 

Read 328 times Last modified on Thursday, 24 November 2016 15:13

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

I più letti di Recensioni

  • Jumanji 2, recensione: da gioco in scatola a videogame
  • La ruota delle meraviglie, podcast recensione di Cinetvlandia del film di Woody Allen con Kate Winslet
  • Natale da Chef, podcast recensione di Cinetvlandia sul cinepanettone con Massimo Boldi
  • Star Wars gli ultimi jedi, recensione

Arriverà ad inizio 2018 nei cinema italiani Jumanji 2: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More

La ruota delle meraviglie (recensione) è il nuovo film scritto e diretto da Woody Allen con protagonisti Jim Belushi e Kate Winslet: ecco il podcast recensione di Cinetvlandia.

Read More

Arriva questa settimana al cinema il nuovo cinepanettone con Massimo Boldi (intervista di Cinetvlandia), Natale da Chef diretto da Neri Parenti (intervista): ecco la nostro podcast recensione.

Read More

Esce questa settimana al cinema l'ottavo capitolo della saga star Wars, Star Wars gli ultimi jedi: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More