Festival

Saturday, 04 August 2018 14:06

Locarno Festival 2018: Meg Ryan, tra presente e passato la star si racconta al pubblico Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Si ü tenuto questa mattina alla 71esima edizione del Locarno Festival 2018 l'incontro con la star di Hollywood Meg Ryan e il pubblico presente: ecco qui di seguito una serie di nostri video dell'evento.

Per molti è Kathleen di C’è post@ per te, per altri Annie di Insonnia d’amore, per tutti Sally di Harry ti presento Sally. E quando arriva a Locarno per ritirare il premio alla carriera Meg Ryan porta con se i tre personaggi più belli e amati dal pubblico che per anni ne hanno hanno decretato il successo e eletta regina della commedia romantica americana. Vero che la chirurgia ha lasciato qualche segno sul volto, ma il sorriso è sempre il suo, la smorfia delle labbra inconfondibile, così come la camminata da papera di Sally. “Nel film di Rob Reiner il mio personaggio faceva delle cose buffe, - ricorda l’attrice - diceva delle cose buffe, così quando il regista mi propose la scena del finto orgasmo a tavola in realtà lei è Harry avrebbero solo dovuto parlare di come le donne vivono l’orgasmo. Sono io che mi sono complicata la vita e gli ho proposto di simularla davvero. Era imbarazzato Reiner perché sua moglie era sul set del film (è lei che recita una delle più belle battute del film “Prendo quello che ha preso lei”, ordina al cameriere dopo la performance di Sally, ndr) e un po’ pure io perché c’era mia figlia piccola. Ma alla fine il risultato non è stato male”.

La storia cinematografica di Meg Ryan comincia nel 1981 sotto la direzione di uno di più grandi registi della commedia sofistica George Cukor in Ricche e Famose. “Mi suggerì di dimenticare tutto quello che avevo imparato alla scuola di recitazione. Quando studi da attore impari un mestiere. E quello che Cukor intendeva con il suo suggerimento era di essere leale. La cinepresa vede l’anima degli attori e io stessa l’ho capito questa quando sono diventata regista”. Poi poco più di una comparsata in Top Gun. “Avevo due pose nel film. Il primo giorno Tony Scott mi dice - racconta imitando la voce del regista - ‘Meg oggi devi sembrare allegra’. Il secondo ‘Meg, oggi devi essere triste’. E la cosa finì li”.

E finalmente l’incontro con Nora Ephron, sceneggiatrice e regista dei suoi più grandi successi. “Mi manca molto Nora - ammette Meg Ryan - perché lei era la regina delle cene dove invitava persone interessanti che raccontavano storie. E i suoi set erano proprio così: delle grandi feste dove ognuno portava le proprie storie”. La seconda parte della carriera di Ryan comincia con Jane Campion e il tormentato In the cut. “Volevo lavorare con Campion perché è diversa da tutti gli altri registi con i quali avevo lavorato precedentemente. I registi uomini spesso ti usano come oggetto, con Jane ero invece soggetto. Era un film interessante che investigava sulla sessualità femminile dal punto di vista della donna.

Lei aveva un’opinione precisa sulle persone. Le promesse i sogni sono assolutamente distruttivi e spesso si vive un fallimento quando non si trova un uomo giusto. In the cut voleva esplorare questi sentimenti. La regista sosteneva che questo film sarebbe stato un momento chiave, sia della mia che della sua carriera. La difficoltà fu quella di recitare nuda. Jane era nervoso mentre diceva a me e Mark Ruffalo di spogliarci e ci parlava di orgasmi. Io e Mark, invece eravamo tranquilli e volevamo solamente tenere il set libero per poter recitare in libertà. Dopo quel film, però, molti hanno cominciato a vedermi in modo diverso, come se avessi tradito l’ideale che si aveva di me”.

Ora Meg Ryan fa la regista, ha proposto un paio di serie televisive alla Cbs e si gode i risultati di una carriera che ha reso ancora più grandi la commedia americana. “Come disse una volta Hugh Grant - conclude l’attrice - realizzare una commedia romantica è come essere un palloncino in un mondo di spilli, bisogna stare molto attenti a ogni cosa”. Lei gli spilli li ha evitati tutti. O quasi.

Qui sotto potete vedere e ascoltare tutto l'incontro di Meg Ryan al Locarno Festival 2018.

 

 

 

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

 

 

 

Read 222 times Last modified on Saturday, 04 August 2018 20:23

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Festival

  • Aspettando Festival Venezia 2018: "Laguna sud" le giornate degli autori a Chioggia dal 22 al 26 agosto
  • Oniros Film Awards 2018 a Aosta ad agosto: programma prima edizione

Dal 22 al 26 Agosto il pubblico della laguna, per il quarto anno consecutivo, potrà godere del bellissimo Chiostro dell’Isola di San Domenico di Chioggia e del miglior cinema contemporaneo grazie a Laguna Sud: il cinema fuori dal Palazzo, un’iniziativa Città di Chioggia e Proloco Chioggia Sottomarina in collaborazione con Giornate degli Autori, Fondazione Clodiense e ZaLab.

Read More

Si terrà il prossimo 25 agosto la prima edizione del Oniros Film Awards 2018 ad Aosta: ecco tutto il programma della giornata. 

Read More