Festival

Saturday, 08 September 2018 09:47

Festival Venezia 2018: tutti i vincitori delle Giornate degli Autori Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Sono stati assegnati alle Giornate degli autori, sezione autonoma del festival di Venezia 2018, i premi della nuova edizione che si sta per concludere questo weekend.

Il film vincitore della quindicesima edizione delle Giornate degli Autori, a cui è stato consegnato il GdA Director’s Award è il film C’est ça l’amour di Claire Burger (Francia). La giuria, presieduta dal regista Jonas Carpignano, è composta dai membri del progetto “28 Times Cinema”: ventotto giovani spettatori ciascuno proveniente da un paese dell’Unione Europea, accompagnati a Venezia da Karel Och, direttore del festival di Karlovy Vary. 

La giuria, presieduta dal regista Jonas Carpignano, è composta dai membri del progetto “28 Times Cinema”: ventotto giovani spettatori ciascuno proveniente da un paese dell’Unione Europea, accompagnati a Venezia da Karel Och, direttore del festival di Karlovy Vary. Questa la motivazione con la quale hanno sostenuto la scelta: Il film di Claire Burger è un racconto estremamente coinvolgente sulle situazioni difficili in cui ci pone la vita, sia che ci confrontiamo con la fine di un matrimonio, sia che ci venga spezzato il cuore per la prima volta. Abbiamo scelto questo film per la sua tenerezza e per la straordinaria padronanza tecnica che la regista dimostra nel tenere sotto controllo tutti gli elementi del film.

I giurati sono arrivati alla discussione con tre titoli finalisti tra i quali hanno votato il vincitore. Gli altri due film erano Pearl di Elsa Amiel e Ville Neuve di Félix Dufour-Laperrière. Il GdA Director’s Award ha un valore di 20.000 euro: metà va alla regista Claire Burger, il restante cinquanta percento a Indie Sales Company, venditore internazionale, per aiutare la circolazione internazionale del film.

Claire Burger è una regista francese premiata a Cannes sin dal suo primo corto nel 2008 e vincitrice della Caméra d’Or con Party Girl (2014) in co-regia con Marie Amachoukeli e Samuel Theis. C’est ça l’amour è il primo film che dirige da sola e il 2018 è il suo primo anno a Venezia. Il film è una storia dai toni autobiografici "sulle disfunzioni famigliari e sociali - come racconta la stessa regista - in cui le soggettività si confrontano reciprocamente".

Il pubblico delle Giornate ha scelto, invece, Ricordi? di Valerio Mieli per il premio assegnato da BNL Gruppo BNP Paribas. Il film di Mieli era l’unico italiano in concorso di undici titoli, provenienti da cinematografie differenti di diciotto paesi del mondo (diverse le co-produzioni). Percentuale di voto: 69,6 % di voti favorevoli. Ricordi? è l’opera seconda di Valerio Mieli dopo il debutto del 2009 proprio alla Mostra di Venezia.

Luca Marinelli è il protagonista maschile di questa storia d’amore, affiancato da Linda Caridi che è una vera rivelazione. Il film è prodotto dalla Bibi Film di Angelo Barbagallo e coprodotto da Les films d’ici con Rai Cinema e in collaborazione con Cattleya. Sin da quando sono nate le Giornate nel 2004, BNL Gruppo BNP Paribas ha incoraggiato le iniziative portate avanti in questi quindici anni di collaborazione. Presente alla Mostra di Venezia anche con la Settimana Internazionale della Critica, BNL sostiene il cinema e ne favorisce la diffusione con un premio il cui unico giudice è il pubblico sovrano. Con questo riconoscimento BNL, insieme alle Giornate, premia sia il livello di gradimento sia la capacità di un film di attrarre pubblico.

Il premio è stato consegnato alla Villa degli Autori da Anna Boccaccio, Direttore del Servizio Relazioni Istituzionali. Con questo premio, le Giornate sono felici di promuovere un film italiano e aiutarne il futuro accompagnandolo verso lo stesso pubblico che lo ha votato. Valerio Mieli, diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia, ha debuttato al cinema nel 2009 con Dieci inverni, interpretato da Michele Riondino e Isabella Ragonese.

Ricordi? è una lunga storia d'amore raccontata attraverso le memorie, falsate dagli stati d'animo, dal tempo, dalle differenze di punto vista dei giovani protagonisti. Il viaggio di due persone negli anni: insieme e divise, felici, infelici, innamorate tra loro, innamorate di altri, in un unico flusso di emozioni e colori. Nel corso del film lui scopre che è possibile un amore che duri, lei impara invece la nostalgia. Ma anche i loro ricordi cambiano col tempo: sbiadiscono, o invece si saturano di gioia, in un presente che scivola via per farsi subito memoria. 

Read 397 times Last modified on Saturday, 08 September 2018 10:03

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Festival

  • Aqua Film Festival 2019 a Roma dal 11 al 13 aprile: le prime novità della quarta edizione
  • Filmmaker Festival 2018 a Milano dal 16 al 24 novembre: tutte le novità
  • Torino film Festival 2018: tante novità in arrivo alla 36°edizione

Si terrà a Roma, presso la Casa del Cinema, l'11, 12 e 13 aprile 2019 la quarta edizione di Aqua Film Festival, il primo festival di cinema internazionale con cortometraggi, incontri e workshop, eventi speciali dedicati al tema dell’acqua, ideato e diretto da Eleonora Vallone, attrice, giornalista ed esperta di metodiche d’acqua: prime novità della prossima edizione.

Read More

Inizierà venerdì 16 novembre a Milano la nuova edizione di Filmmaker Festival 2018, in programma fino al 24 novembre presso lo Spazio Oberdan e l’Arcobaleno Film Center: tutte le novità dell'imminente edizione.

Read More

La 36°edizione del Torino Film Festival 2018 si terrà dal 23 novembre al 1° dicembre: ecco tante novità e nuovi film in visione all'imminente kermesse cinematografica.

Read More