Festival

Friday, 17 March 2017 12:22

B.A. Film Festival 2017: programma inaugurale del weekend con Carlo Verdone e gli eventi a Milano

Written by 
Rate this item
(0 votes)

La quindicesima edizione del B.A. Film Festival 2017 diretto per il quarto anno da Steve Della Casa con la collaborazione di Paola Poli, prende il via domani 18 marzo e concluderà sabato 25: gli eventi del weekend e gli appuntamenti della Kermesse a Milano.

Ospite della serata inaugurale sarà l’attore e regista Carlo Verdone, che verrà insignito del Premio Platinum Dino Ceccuzzi all’eccellenza cinematografica e che, come nella migliore tradizione del BAFF, condividerà con il pubblico aneddoti sulla sua lunga carriera, passioni, ricordi e progetti. Insieme a Steve della Casa, sul palco a salutare il pubblico e Carlo Verdone ci sarà la madrina del festival, Catrinel Marlon. Serata ad ingresso libero su prenotazione, alle ore 21 al Teatro Sociale di Busto Arsizio.

Il primo appuntamento di sabato 18 è alle ore 18 con la sezione di Baff in libreria: presso lo Spazio Festival Eleonora Giorgi presenterà Nei panni di un’altra, libro edito da Mondadori in cui l’attrice racconta la storia della sua vita densa di eventi non comuni con sconcertante sincerità e una lucidità rara e preziosa. La sua vicenda personale incrocia tanti personaggi della cultura e della classe dirigente italiana - dal cinema al giornalismo, all'arte, all'imprenditoria, alla letteratura - di cui tratteggia brevi ricordi, e parla anche di evoluzione dei costumi, di emancipazione femminile e dei drammatici accadimenti politico-giudiziari che travolsero allora la Casa editrice del marito e la sua stessa vita. Una biografia intensa, in cui la qualità letteraria e la capacità narrativa di Eleonora Giorgi non sono elementi secondari.

Gli incontri con gli autori proseguono domenica 19 alle ore 12,00 con la presentazione di Mai all’altezza. Come sentirsi sempre inadeguata e felice di Veronica Pivetti. Un libro che racconta di una casa andata in fumo, di un'infanzia funestata dalle cattive ragazze, di una vita costellata di grandi e piccoli traumi, di incontri con una serie di personaggi bizzarri, meschini, improponibili, o semplicemente ridicoli. Ma che racconta anche come dalle macerie si possa ricostruire, come dai traumi si possa guarire, come dalla cattiveria ci si possa difendere, semplicemente applicando a ogni cosa il magico filtro dell'umorismo. Veronica, l'ironica, riesce a ridere e a farci ridere delle sue disavventure. Certo, la vita può essere un inferno per chi si sente costantemente inadeguata, troppo spesso in debito di autostima. Ma il riscatto - anche dall'inferno - è possibile, basta riderci sopra e saperlo raccontare. Nel suo primo libro Veronica ha descritto la sua depressione facendoci morire dalle risate. In "Mai all'altezza" ricorda i traumi di una vita con la stessa verve irresistibile. L’autrice sarà introdotta da Laura Delli Colli.

Alle 17,30, sempre allo Spazio Festival, verrà proiettato il documentario Restaurare il cielo, di Tommaso Santi. La giornata di domenica si chiuderà con un evento speciale: il concerto del coro Canto sospeso diretto da Martinho Lutero alla Basilica San Giovanni di Busto Arsizio.

Per tutta la durata del festival rimarrà allestita la mostra fotografica Gli anni della dolce vita, con una serie di scatti dei protagonisti del cinema italiano degli anni Cinquanta e Sessanta, da Mastroianni a Sofia Loren, realizzati da maestri come Mario Giacomelli, Mario De Biasi, Nino Migliori, Gianni Berengo Gardin, Elio Ciol.

Da segnalare inoltre tra le novità di quest’anno una serie di appuntamenti milanesi del B.A Film Festival al cineteatro San Carlo MiMat e al cinema Mexico.

Si inizia lunedì 20 marzo alle ore 21 al San Carlo: nell’ambito della sezione “Effetto Cinema” del Baff, che raccoglie prevalentemente documentari sul cinema italiano, Steve Della Casa, direttore del Baff e in questo caso anche regista presenterà Nessuno ci può giudicare – Un film a 45 giri co-diretto con Chiara Ronchini. Attraverso una serie di interviste inedite  ai protagonisti della scena musicale italiana degli anni ’60 – Caterina Caselli, Don Backy, Toni Dallara - e un’approfondita ricerca sul materiale d’archivio e sui film musicali, il film è una carrellata sull’Italia che da paese agricolo diventa potenza industriale, che inventa un nuovo modo di divertirsi ma al tempo stesso scopre il gusto della ribellione.

Dalla sezione MiBart. Il 21 marzo il Teatro San Carlo ospiterà alle ore 18 un talk con la critica d’arte Angela Madesani e gallerista Anna Maria Maggi dal titolo Cinema d’artista e video arte dalla collezione della galleria Fumagalli. Alle ore 20,30 la storica dell’arte Eleonora Frattarolo dialogherà con l’artista LEMEH 42. Il 22 marzo, dopo la presentazione al San Carlo ore 18 del libro Conoscere la video arte di Gabriele Tosi il Mibart si sposterà al cinema Mexico dove alle ore 21.30 Roberto Paci Dalò e Martina Cavallarin dialogheranno di Arte vs cinema.

Ultimo appuntamento milanese al cinema Mexico venerdì 24 marzo alle ore 21 con la proiezione di Senza Lucio. Diretto da Mario Sesti che ne introdurrà la visione Il film racconta Lucio Dalla attraverso gli occhi di chi gli e`stato più` vicino negli ultimi dieci anni: Marco Alemanno. Parla del suo incontro con Lucio, della sua crescita umana, professionale e artistica vivendo al suo fianco, ma anche di tutti gli aspetti piu` quotidiani e profondi della vita di Dalla: l’amore per il Sud Italia, la passione per il cinema, l’umorismo inesauribile.

L'ingresso a tutti gli eventi è gratuito. 

Read 750 times Last modified on Friday, 17 March 2017 12:52

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Festival

  • Bergamo Film Meeting 2019: retrospettiva su Jean-Pierre Léaud, attore simbolo della Nouvelle Vague
  • Noir in Festival 2018 a Milano e Como: tutti i vincitori della 28°edizione
  • Trieste Film Festival 2019 dal 18 al 25 gennaio per ricordare i 30 anni dal crollo del muro di Berlino

Protagonista della retrospettiva della 37°edizione di Bergamo Film Meeting 2019 sarà Jean-Pierre Léaud, attore simbolo della Nouvelle Vague francese, non solo icona e alter ego di François Truffaut, ma interprete privilegiato del cinema europeo d’autore a partire dalla fine degli anni ‘50, da Godard a Pasolini, da Assayas a Kaurismäki.

Read More

Si è concluso ier sera la 28°edizione del Noir in Festival 2018 che ha portato a Milano e Como il meglio del genere dal cinema alla televisione, fino alla letteratura e alla cronaca: tutti i vincitori e i premi assegnati.

Read More

In programma dal 18 al 25 gennaio prossimi, il Trieste Film Festival 2019 è pronto a celebrare un doppio, felice anniversario: la 30°edizione di un appuntamento che è da sempre un ponte che mette in contatto le diverse "longitudini" dell'Europa del cinema, e i 30 anni dal crollo del Muro di Berlino.

Read More